Forno a microonde: perché conviene

Categorie Senza categoria

Il forno a microonde è molto diffuso in ogni parte del globo, ma pochi ne conoscono la storia. Che è in effetti abbastanza strana, in quanto il primo esemplare fu varato nel corso della Seconda Guerra Mondiale da Percy Spencer, un ingegnere statunitense che all’epoca lavorava al magnetron, un apparato da utilizzare per i radar. Fu proprio lui a capire le implicazioni dell’utilizzo delle onde magnetiche nella cottura, spinto dal fatto che nel corso di un esperimento una barretta di cioccolata contenuta nella tasca del suo vestito si era sciolta. Provvide quindi a registrare il brevetto dal quale, nel 1947, sarebbe iniziata la commercializzazione del forno a microonde.
Il Radarange, però, come venne chiamato il prototipo messo in commercio, era quanto di più lontano si potesse immaginare dai modelli attuali, in quanto pesava 340 chilogrammi. Un peso che aveva come conseguenza la sua utilizzazione soltanto nelle navi da crociera e nei treni a lunga percorrenza. Per arrivare nelle cucine domestiche si dovrà attendere il 1955, anno nel quale la Tappan Stove Company iniziò la vendita della sua versione di microonde nell’Ohio, precisamente a Mansfield.
Con il passare del tempo, i modelli commerciali hanno poi assunto dimensioni sempre più contenute, andando di pari passo con l’abbattimento dei costi derivanti dal fatto che le microonde non erano più confinate ai processi industriali. Una evoluzione che ha avuto ulteriori sviluppi con l’avvento del nuovo millennio, facendo del forno in questione un elettrodomestico tanto diffuso, quando contestato.

I vantaggi

Ad aumentarne in modo esponenziale la diffusione all’interno delle nostre cucine è stata in particolare la rapidità della cottura, una caratteristica che ha proposto una parziale risoluzione ai problemi di tempi che sono un portato della società moderna. La compressione dei tempi derivante da una organizzazione della nostra vita sempre più convulsa, ha infatti spinto molte famiglie a dotarsi di un microonde, grazie al quale è possibile preparare i pasti in modo rapido, senza essere costretti a correre per ovviare alle necessità alimentari di ogni giorno.
Naturalmente con il trascorrere del tempo sono aumentate le aziende operanti nel settore, con una varietà di prodotti che ha comportato un vantaggio in termini di prezzo, e uno svantaggio derivante dal fatto che è abbastanza complicato destreggiarsi all’interno di una proposta molto variegata anche dal punto di vista puramente tecnologico.
Proprio per cercare di aiutare i consumatori sono stati varati sul web siti online dedicati al tema, che sono in grado di dare informazioni non solo di carattere tecnico, ma anche tese a scegliere prodotti in grado di garantire un elevato ritorno in termini di qualità. Tra di essi consigliamo in particolare www.guidafornoamicroonde.it con i migliori a confronto per fascia di prezzo, ormai diventato un punto di riferimento per chi è alla ricerca di un forno a microonde in grado di reglare prestazioni all’altezza.